Roma caponord…ma…non siamo noi (per ora)

Questo articolo è stato letto: 3675 volte !

Una nuova avventura, di nuovo da “Roma” a Caponord, ma…stavolta non siamo noi.

Con sana e robusta invidia, ammirazione, per dirla meglio, pubblico una e-mail a seguito dei primi contatti con Nico, lettore di questo blog che mi ha contatto per avere qualche consiglio.
Di seguito quindi riporto domande e riposte sperando possano essere utili a quanti stiano progettando l’epico viaggio.

Nico:Ciao Massimo,
eccomi qua pronto a scriverti qualche domanda su questo viaggio che se tutto andrà bene farò a fine Giugno e forse con un amico motorizzato anche lui. Non so bene da dove cominciare, e pertanto vado a caso, come mi viene. Una prima informazione che mi piacerebbe avere è come più o meno orientarsi nei pernottamenti. Consapevole che la differenza la fa la disponibilità economica, vorrei capire come affrontare la questione in modo da non aver sorprese spiacevoli. Se hai qualche suggerimento rispetto anche a posti dove hai pernottato e dove ti sei trovato bene già sarebbe un primo passo. Altra info è se necessita la prenotazione anticipata. Oppure in genere c’è sempre una buona disponibilità anche senza prenotare?

Consiglio spassionato: sana incoscienza ma anche sana progettazione. Se farete tutto in moto come noi abbiamo fatto, cercate di progettate e prevedere quanti più aspetti possibile e cercate di essere affiatati nei ritmi di viaggio, nei posti da vedere: ci saranno più difficoltà di quante potreste immaginare e di quante, per ragioni di spazio, non siano riportate su questo blog.

Il viaggio, ripeto, se affrontato TUTTO in moto e non con treni ecc come in tanti fanno, è economicamente dispendioso e va detto da subito. Sopratutto per quel che riguarda la Norvegia. Mi sento di dirvi di NON prenotare gli hotel per tutte le tappe: spesso le condizioni meteo renderanno i trasferimento più duri di quello che immaginate ora e rispettare la tabella di marcia imposta mesi prima potrebbe essere a tratti veramente duro e pericoloso, facendovi trovare in sella per ben oltre 10 ore.

Fate come abbiamo fatto: fissate qualche tappa cardine e via via, sfruttando internet, prenotate gli hotel rimanenti. Fissare tappe impone un obiettivo e spesso aiuta, soprattutto quanto le condizioni di strade e meteo impensieriscono. Imporsi però tutte le tappe vi costringerà a viaggiare anche se magari preferireste stare fermi mezza giornata in più e se, spero di no, avrete febbre.

Troverete neve e pioggia, strade di montagna: non pensate di macinare 600km al giorno con facilità (se avete tempo leggete i miei racconti qui sul blog, credo e spero rendano bene l’idea).

Per la prenotazioni, banalmente, affidatevi a www.booking.com che noi abbiamo largamente usato senza problemi, in sicurezza e con semplicità. Gli hotel non sono pienissimi ed in generale avrete da scegliere rispetto al prezzo che varia dai 30 euro a persona a 70/80. Ci son campeggi, strutture turistiche e qualche b&b. Ce ne sono di abbordabili, soprattutto in Finlandia (quasi tutti con annessa sauna). Sul sito troverete le informazioni sul prezzo, in maniera chiara e senza sorprese. Tutte le categorie potrete trovarle lì sul sito: provate per credere prima di partire.
Qui sul blog, per scelta, non sono riportati prezzi e gli hotel dove abbiamo pernottato  perché questi dettagli fanno parte di un libro/ guida turistica che sarà oggetto, spero, di futura pubblicazione.

Vi consiglio di portare con voi un paio di carte di credito e di usare Skype per chiamate internazionali sia verso casa che lì sul posto: acquistate credito e con pochi euro potrete contattare albergatori e bed&breakfast sfruttando le connessioni internet wi-fi, spesso gratuite, che troverete in hotel e ristoranti.

Nico:Il tracciato che dovremmo seguire sarà passando per l’Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Finlandia, Norvegia. Il ritorno sarà percorrendo la Norvegia verso sud e presumibilmente imbarcarsi per la Germania e a ritroso in Italia. Il tutto in tre settimane.
Attendo qualche tua info………e dato che sei di Roma mi piacerebbe avere la possibilità di offrirti un caffè e fare due chiacchiere.

Tracciato: gira un po il nostro blog e troverai informazioni e mappe relative. Credo che senza troppe parole, possano esserti di aiuto. Sulla pagina della mappa troverai poi il link al rispettivo racconto : QUI

Cosa manca?

Nico, per ogni esigenza, scrivi ancora, facci sapere !

Questo articolo è stato letto: 3675 volte !

About Massimo

Massimo Soldini 25/03/1979
This entry was posted in Il viaggio and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento