Viitasaari – Rovaniemi

Questo articolo è stato letto: 2670 volte !

Viitasaari – Rovaniemi

Visualizzazione ingrandita della mappa

In to the Lapland !

Nel cuore del territorio lappone quindi
Ri aggancio delle borse via, verso il paese di Babbo Natale.

Nel cuore la certezza che Babbo Natale, renne ed alci appartengano allo stesso mito di cui non svelare la realtà ai bimbi.
Nonostante i numerosi cartelli di segnalazione stradale infatti ne renne ne alci si manifestano costringendoci ad un guida distratta alla ricerca di un segnale di vita che possa testimoniare la loro reale esistenza.
Nulla.
Tornando seri, in una delle soste benzina, analizziamo lo stato delle due moto.
I motori spingono regolari e gli allestimenti offerti da race4speed sono oltre che ragionati garantendo funzionamento e partenze regolari anche con il sensibile irriggidimento del clima e con le piogge che, seppure in maniera clemente, ci soprendono ogni giorno con leggeri acquazzoni.
Un grazie, scritto ora ma inoltrato durante i km guidati, a Motosit: davvero è possibile percorre più km ogni giorno grazie a questo innovativo cuscino.
Le soste benzina debbono esser fatte di frequente visto che i distributori non sono posizionati in maniera regolare e che via via, navigando verso nord, le condizioni di densità popolazione peggiora a vista d’occhio.
Occorre tenere presente che abbiamo sempre usato benzina a 95 ottani per non costringere le moto ad una carburazione via via differente con i vari cambi di benzina possibili in germania e finlandia.
Attenzione alla pompe di benzina che accettano carta di credito ma che chiedono un pin da 4 cifre non permettendo quindi l’uso con le carte italiane.
situazione puntualmente verificata ad ogni pompa carburante: benzina mediamente venduta a circa 1,59 euro (qui non hanno le accise sulla guerra in abissinia però ci dan dentro lo stesso eh)

L’odore di legno tagliato e di erba fresca si infila nel casco, il freddo si fa sentire e così in direzione Rovaniemi cominciamo a dare fondo a tutti i nostri gadget contro il freddo compresi pile e tutine termine che, sottili, garantiscono giacche poco gonfie e calore sulla pelle.
Il circolo polare artico è vicino e si fa sentire

Ancora una buona dose di fortuna ci consegna una giornata di sole (anche ora mentre vi scrivo….)
Lungo la strada è possibile mangiare a prezzo tutto sommato accettabile (via via pubblicheremo prezzi hotel, pasti, riferimenti vari etc). Consigliamo le stazioni di servizio motorest o abc: di fatto fastfood di buon livello e minimarket, altro che la rustichella a 5 euro di terra nostra.
Strade in ottime condizioni, assenza di guard rail gigliottina ma nessun palo collassabile ne dispositivo avveniristico in termini di sicuezza:sicuramente tanta manutenzione ed asfalti drenanti che le pirelli consigliate dl mitico Carlo solcano senza timore.
Poche autostrade e gratuite, tante statali deserte percorse da motociclisti che più che altro mirano la blue road, strada affascnante che sarebbe bene seguire se fosse nella nostra direzione. La nostra E75 invece la incrocia soltanto ma regala comunque emozioni di laghi, sottoboschi meravigliosamente ricchi e verdi, allucinanzioni da renne ed autovelox.

Rovaniemi si rivelerà una cittadina parecchio deludente:architettura banale e poco da vedere. Forse è per questo che babbo natale ha deciso di girare il mondo nonostante i numerosi localini di donnine discinte presenti in città.
Buona scelta di ristoranti ma prezzi, per la cucina lappone, poibitivi : da 35€ in su.
Ragazze biondissime (ed assicurerò più volte a Manu, nemmeno troppo belle), girano in città a maniche corte: è estate finalmente….e fanno infatti appena 10 gradi.
Difficile scendere sotto i 6 visto che il sole scalda la notte…

18 giugno…ed è il compleanno di David !
Nemmen con questo espediente quel buffone del gabibbo di rovaniemi si manifesta. Nessun regalo consegnato: forse Babbo Natale non esiste, sapete?

Domani (19) giro nei dintroni e poi partenza per Saariselka dove abbiamo prenotato un hotel tramite internet: soluzione consigliatissima per evitare i prezzi da capogiro che includono sempre una sauna ma che fanno sudare per altri motivi visto che una camera doppia si vende anche per oltre 100 euro (stanotte 90 compresa colazione e parcheggio per preservare le moto dal freddo e dall’umido)

Ci aspetta il cicrolo polare artico, piccola conquista prima di quella maggiore, la meta (ma in qualche modo anche metà viaggio), o almeno la prima meta fissata.

Domattina colazione con una gustosa motomunkki (ciambella) prima di confrontarci con il vento freddo ed i km che ci guideranno fuori dalla finlandia (ancora 2 tappe).

Dentro di noi scorre emozione mista a preoccupazione per il da fare che ogni giorno richiede. Il viaggio è piccole operazioni, riparazioni, scotch, adesivi, nastro, carte geografiche, navigatore, foto e video, batteria da caricare, provviste da fare, acqua, pioggia, fame e sonno, una luce tascabile, persone a cui chiedere, piatti da provare, il telefono in cui gridare “mamma, ciao, tutto bene”.
Il viaggio che tiene svegli per scrivere, cercare di tradurre, ricordare, il viaggio che ti nutre, che ti lega, che ti fa comunicare, sospirare, appuntare e messaggiare Leo per aggiornare voi: viaggio nel viaggio.

Profondo nord,
ore 1.02,
sole calante in attesa di risalire fra circa 3 ore.

Ci mancate, più o meno tutti.
Non menzioniamo tutti direttamente, scrivendo, ma parliamo più di voi che di noi, ridiamo dei vostri sms, dei vostri commenti, ricordiamo i fatti e le persone aggravando quella stupefacente sensazione di cui discorriamo da giorni: il viaggio è così denso che sembra essre pariti da un anno almeno.
Il viaggio è arcigno da farti sentire dentro quella stranissima nostalgia per le cose di casa, le cose semplici.
Un percorso lungo da chiedere al telefono come vanno le cose a a casa, quali notizie si stanno perdendo.

La tv è un ricordo di appena 7 giorni fa eppure guardandola spenta appare come un utensile che ricorda una vita di tempo indietro, di quegli anni in cui “eravamo in Italia”: questo viaggio distacca dalla vita di ogni giorno e pare sempre più una grossa e divertente esagerazione. Provare per credere.
Torno o non torno?
Troppi anni a fantasticarci su per non viverlo così in pieno.

Star qui a picchiare sui tasti, costruendo strampalate e forse noiose frasi, è l’unica maniera che ho per dirvelo.
Questo è il viaggio di noi tutti.
Voi amici, sponsor, parenti compresi.

Vi abbraccio.

Massimo

Questo articolo è stato letto: 2670 volte !

About Massimo

Massimo Soldini 25/03/1979
This entry was posted in Il viaggio, La vita, la moto, le altre illusioni and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Viitasaari – Rovaniemi

  1. Tatiana says:

    Ciao ragazzi!!!!!!!!

    questo sito è bellissimo e le parole di Massimo altrettanto…. descrizioni perfette che ti fanno “condividere” con il pensiero ciò che state vivendo…..
    Continuerò a seguirvi vi abbraccio….

    Tatiana

Lascia un Commento